venerdì 21 marzo 2014

MyLife - IO COME IL VINO (Una poesia)

Scroscia nel calice,
rosso forte e puro,
ricordandomi di quand'ero
un bambino felice.
Tante estati, al mare, con mia sorella e molti amici;
ogni giorno a ridere giocare e scherzare,
mentre la vite, sul terrazzo, ci stava a guardare.

Ora lo guardo, lo odoro, lo contemplo,
mi immergo nella sua limpidezza
che mi riporta di nuovo indietro nel tempo,
quando avevo lo sguardo imbevuto di giovinezza e purezza,
e tutto quel che vivevo mi sembrava eterno.

Poi lo assaggio,
me lo faccio rotolare sulla lingua, sul palato,
facendolo saltare, lambire la mia bocca su ogni lato.
E come quando mi fermo a rimirare
le onde vitali del mare,
io mi inebrio,
e le sue rotondità mi fermo a gustare.

Ora lo inghiotto,
e mi sento scaldare in tutto il corpo:
dallo stomaco parte una nuova energia,
che, anche se a qualcuno pare pura follia,
ben presto, lo so, lei si trasformerà
in storie di vita e libertà.
E quando qualcuno le leggerà,
spero che come un buon vino le assaporerà,
perché, vita reale o fantasia,
gli avrò comunque donato un sorso di vita mia!


©Sergio Rilletti, 2010